lapidellatura metalli

G.F. F. esegue interventi di lapidellatura metalli per levigare le componenti e la minuteria tramite abrasione, plasmando il pezzo rifinendone la superficie. Generalmente, questa operazione viene eseguita su elementi in metallo, piani di appoggio e stampi e avviene dopo le operazioni di piallatura e rettifica, garantendo così un prodotto finito di alta qualità e perfettamente conforme alle richieste del cliente.

MACCHINE LAPIDATRICI

lapidellatura

Il parco macchine dell’azienda di Casalecchio di Reno è costituito da macchine lapidatrici che utilizzano differenti materiali abrasivi, come polvere o pasta abrasiva costituita da microgranuli di carburo di silicio o di tungsteno, polveri abrasive in soluzione con acqua, olio e petrolio e mole abrasive che lavorano direttamente sul pezzo.

COME AVVIENE LA LAPIDELLATURA

Il processo di lapidellatura ha delle fasi ben precise. Il pezzo da ripulire viene fissato su una tavola e bloccato con una morsa o con sistemi magnetici. La tavola si sposta avanti e indietro mentre le tazze con i materiali abrasivi o le mole si muovono su tutta la superficie rendendola subito liscia e lucida. Dopo il primo passaggio il disco viene ruotato in modo da rendere possibile la lavorazione su tutto il pezzo, rendendo la superficie omogenea e senza rugosità

 

Share by: